sostenibilità, risparmio, autoproduzione, esperimenti di decrescita :)

1000 new eco designs

9788879409018L’abbraccio tra il recupero di materiali ed il design inizia ben prima di quanto si possa immaginare. Probabilmente il primo esperimento artistisco in questo senso risale alla fine dell’ottocento con la famosa ruota di bicicletta di Duchamp. La tendenza ad unire il design al riciclo dei materiali si è poi diffusa sempre di più; nata probabilmete come l’esigenza da parte di alcuni designer di fare qualcosa di differente grazie appunto all’utilizzo di materiali non ancora sfruttati, è diventata un vero e proprio must per gli amanti del genere. L’utilizzo di “scarti”, oltre a sottolineare la bravura di chi progetta questi oggetti è certamente di ottimo esempio e apporta un notevole contributo alla natura. Oggi, l’attenzione verso l’ambiente porta i designer a preoccuparsi di utilizzare materie prime riciclate, rinnovabili e di provenienza locale, scegliere metodi di produzione a basso consumo energetico e a prestare attenzione che i rifiuti della produzione non contengano sostanze tossiche. Queste le caratteristiche dei mille prodotti illustrati su “Mille eco design”. Un libro che raccoglie mille idee ecologiche per arredare la propria casa, dai mobili ai complementi, dagli articoli per i bambini alle stoviglie. Ogni prodotto è accompagnato da una scheda che riporta, oltre al nome del designer, la foto, il prezzo e dove trovarlo per acquistarlo. Il libro di Rebecca Proctor, designer e scrittrice, è disponibile su Logos Book al prezzo di 29.95 euro per la collana 1000.

Lascia un commento :)






Questo blog è sopravvissuto al trasferimento da Altervista grazie al preziosissimo aiuto di Andrea Beggi. Grazie :)
0 galline
0 tacchini
0 anatre
0 maiali
0 buoi e vacche
0 pecore
0 conigli
0

Numero di animali morti nel mondo a causa dell'industria della carne, del latte e delle uova, da quando hai aperto questa pagina. Questo contatore non include gli animali marini, perché tali numeri sono inestimabili.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.