Cosa mangiare a febbraio

A gennaio avevamo saltato l’appuntamento, perché le differenze con il calendario di dicembre sono minime. Senza ripeterci sull’importanza del consumo dei prodotti di stagione, eccovi l’elenco della frutta e della verdura da mangiare a febbraio.

Frutta: banane, kiwi, arance, mandaranci, mandarini, meloni, mele e pere. La frutta è ottima se consumata a colazione (a stomaco vuoto) oppure almeno un’ora prima o tre ore dopo i pasti, perché tende a fermentare con gli altri alimenti.

Verdura: bietole, spinaci, radicchio, broccoli, cime di rapa, cicorie, carciofi, cardi, carote, cavolfiori, cavoli, finocchi, patate, porri, sedano, zucche. Le verdure andrebbero consumate crude, oppure al vapore stando un po’ indietro con la cottura e condite con poco olio e sale.

Ovviamente sia per la frutta sia per la verdura, meglio scegliere il biologico.