sostenibilità, risparmio, autoproduzione, esperimenti di decrescita :)

Lasagne al ragù finto

Questa ricetta è quella che mia mamma ha sempre utilizzato per le lasagne di carne, che ho sostituito con la soia. Provatela e fatela assaggiare ai vostri ospiti, farete un figurone!

Ingredienti per 8 porzioni
1 carota
3 gambi di sedano
½  cipolla
1 spicchio d’aglio
200 gr di soia granulare
1,5 lt di passata di pomodoro
vino bianco rosso fermo
qualche foglia di basilico, 3 o 4 foglie  di salvia, un rametto di  rosmarino e 2 foglie di alloro
olio extravergine di oliva e sale
1 confezione di pasta per lasagne
400 gr di mozzarella per pizza (opzionale)
parmigiano reggiano o grana padano grattuggiato.

Procedimento per il ragù
Reidratare la soia in acqua bollente salata (o nel brodo, io utilizzo un preparato biologico senza lievito e glutammato, non il dado). Scolarla dopo dieci minuti e strizzarla con le mani.
Preparare un trito d’aglio, carote, sedano e cipolla tagliati finemente. Soffriggere il tutto nell’olio caldo e dopo qualche minuto aggiungere la soia granulare. Far rosolare, coprire con il vino e quando questo sarà evaporato, aggiungere la passata di pomodoro. Sulle quantità di passata, dipende da quanto lo si vuole “allungare”, tenendo conto che la soia assorbe. Aggiungere poi il sale (o quello che eventualmente si è utilizzato per la preparazione del brodo), una punta di zucchero (o fruttosio) e gli aromi. Lasciar cuocere per almeno un’ora, di modo che il sugo si asciughi un po’, mescolando tanto in tanto.

Ingredienti per la besciamella
50 gr di burro
50 gr di farina bianca
500 ml di latte
sale ed eventualmente noce moscata

Procedimento per la besciamella
Scaldare il burro in un pentolino; quando è completamente liquefatto, aggiungere la farina e mescolare finché non si amalgama perfettamente. Aggiungere lentamente il latte, salare e continuare a mescolare, evitando la formazione di grumi. Se si vuole si può aggiungere un pizzico di noce moscata.

A questo punto è tutto pronto, basta prendere una pirofila rettangolare e iniziare a fare gli strati. Si parte cospargendo il fondo con un po’ di ragù e disponendo i primi fogli di pasta. Poi si copre la pasta con il ragù, le fette di mozzarella, il formaggio grattuggiato e di nuovo la pasta. Io mischio il ragù alla besciamella, per ottenere una salsina rosa molto golosa, ma si possono anche lasciare divisi e coprire la pasta prima con il ragù, poi con la besciamella. Arrivati all’ultimo strato (io ne faccio tre), si copre per bene con il formaggio grattuggiato e si inforna per 20 minuti a 200°C, nel forno preriscaldato. Ed infine, si mangia!

Previous Topic

Commenti

2 Responses to “Lasagne al ragù finto”

  • maxtomster scrive:

    Bel sito, bei consigli. Cerco un po’ di ricette per centrifugare frutta e verdura, ma sono rimasto affascinato dalla lasagna. La proverò, complimenti

    • tascabile scrive:

      grazie! provala, provala, è buonissima. tra l’altro è migliore di quella col seitan non solo per il palato; il seitan è glutine, quindi condirci la pasta è un po’ come mangiare pasta con la pasta.
      fammi sapere :)

Lascia un commento :)

Il mio libro :)


Sostieni ideetascabili





Questo blog è sopravvissuto al trasferimento da Altervista grazie al preziosissimo aiuto di Andrea Beggi. Grazie :)
0 galline
0 tacchini
0 anatre
0 maiali
0 buoi e vacche
0 pecore
0 conigli
0

Numero di animali morti nel mondo a causa dell'industria della carne, del latte e delle uova, da quando hai aperto questa pagina. Questo contatore non include gli animali marini, perché tali numeri sono inestimabili.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.