sostenibilità, risparmio, autoproduzione, esperimenti di decrescita :)

Opere di rinverdimento

Sto facendo dei lavoretti in casa. Carteggio, dipingo, a volte ridipingo perché combino disastri. Per fare tutto ciò, ovviamente sto utilizzando anche cose usa e getta e, a meno che voi non abbiate un’idea su come sostituire o riutilizzare la carta vetrata consumata, direi che non ho alternative. In compenso sto utilizzando delle vernici ecologiche certificate Ecolabel, quindi ho la coscienza quasi pulita. Ieri sono stata da Leroy Merlin per rifornirmi di colori fantastici per la mia cucina – volevo riprodurre un angolo da “casa delle bambole” che non mi sta riuscendo benissimo – e ho scoperto che fino a oggi l’azienda di cui sopra ha promosso la Green Week, settimana di sensibilizzazione alla sostenibilità.

Per l’occasione, hanno distribuito gratuitamente dei carinissimi Quaverdi; quadernetti in carta riciclata che raccolgono consigli per vivere un’esistenza un po’ più green. Sarà anche greenwashing* per Leroy Merlin però chissà quanti clienti hanno letto per la prima volta che limitare il consumo della carne una volta a settimana può salvare il mondo o che l’olio usato va portato in discarica. Persone che magari Internet non ce l’hanno e che non leggono determinati libri perché non li conoscono; insomma, gente fuori target, che compra solventi inquinantissimi senza pensarci due volte.

La settimana verde, come dicevo, si conclude oggi; ieri ho visto centinaia di questi Quaverdi alle casse e mi sono un po’ dispiaciuta per loro e per il loro destino: che fine faranno ora che la settimana verde è finita? Ne ho adottato uno, ma mica potevo portarmeli a casa tutti. Oggi ho ripensato a quei bei Quaverdi, che nell’ultima pagina hanno anche un piccolo elenco di siti e libri su cui approfondire l’argomento sostenibilità e ho pensato di chiedere a Leroy Merlin se per favore me ne spedisce qualche copia da distribuire ai soci dell’associazione di cui faccio parte. Mi hanno risposto dopo soltanto due ore e, gentilissimi, mi hanno detto che certo, me ne spediscono quante ne voglio (si fanno pubblicità, dato che hanno aperto da pochissimo un brico qui vicino).

Quindi ho salvato qualche copia di Quaverdi dalla cartiera e li distribuirò – udite udite – durante una grigliata dove la gente si abbufferà di carne, sprecherà bicchierini, tovaglioli, piatti usa e getta, produrrà una notevole quantità di rifiuti evitabili,  salirà sull’auto e percorrà cinquecento metri per tornare a casa. Magari prima di buttare il Quaverde nella raccolta indifferenziata, lo leggerà e penserà: figo, hanno apero Leroy Merlin qui vicino! O forse, rifletterà e cambierà qualcuna delle sue abitudini :)

*Devo correggermi perché oggi mi sono arrivati i Quaverdi e insieme a loro anche il report della sostenibilità di Leroy Merlin. Mi aspettavo una paginetta misera e invece sono ben 180 pagine in cui spiegano per filo e per segno l’impegno di questa azienda verso l’ambiente (e non solo), quindi mi sento di dire che no, non si tratta di greenwashing in questo caso.

 

Commenti

One Response to “Opere di rinverdimento”

  • ivana scrive:

    interessante il tuo blog.complimenti per le scelte ecologiste che salvaguardano il pianeta e che di riflesso salvaguardano anche noi. ti seguirò con piacere.

Lascia un commento :)






Questo blog è sopravvissuto al trasferimento da Altervista grazie al preziosissimo aiuto di Andrea Beggi. Grazie :)
0 galline
0 tacchini
0 anatre
0 maiali
0 buoi e vacche
0 pecore
0 conigli
0

Numero di animali morti nel mondo a causa dell'industria della carne, del latte e delle uova, da quando hai aperto questa pagina. Questo contatore non include gli animali marini, perché tali numeri sono inestimabili.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.