sostenibilità, risparmio, autoproduzione, esperimenti di decrescita :)

Crema snellente agli agrumi fai-da-me

Avevo in progetto di realizzare questa crema da mesi; finalmente ieri la voglia di spignattare ha prevalso sulla pigrizia e l’ho preparata.
Contiene caffeina ed estratto di Fucus in alte percentuali, che agiscono su grasso e cellulite; la caffeina stimola l’attività metabolica, è rassodante, drenante, anti-cellulite e brucia grassi, mentre l’estratto di Fucus stimola la microcircolazione sanguigna ed è noto per avere effetti dimagranti. Questa crema, oltre a fare miracoli (!), idrata la pelle e dovrebbe migliorarne aspetto e tono, anche grazie ai principi attivi che contiene e che favoriscono l’eliminazione delle cellule morte e la rigenerazione della pelle.

Credo che questa sia la prima volta che pubblico la ricetta di un’emulsione sul blog, quindi cercherò di essere precisa nella spiegazione del procedimento.
Un’emulsione è composta da una fase acquosa (fase A) e da una fase oleosa (fase B) che riescono a legarsi grazie  a uno o più emulsionanti; dato che tali emulsionanti sono quasi sempre cerosi, le emulsioni si lavorano a caldo e il calore può deteriorare le proprietà di alcuni ingredienti, che pertanto si inseriscono in una terza fase (fase C), a freddo.

Fase A
Infuso di tè verde 61 gr
Glicerina vegetale 3 gr
Gomma Xantana 0,5 gr
Caffeina 2 gr

Ho preparato l’infuso di tè verde in acqua distillata, l’ho filtrato, ho aggiunto la caffeina e ho mescolato per far sciogliere completamente la caffeina. A parte, ho disperso la xantana nella glicerina e ho aggiunto il tutto all’infuso, poi sono passata alla fase B.

Fase B
Olio di albicocca 3 gr
Olio di Avocado 2 gr
Olio di mandorle dolci 2 gr
Burro di karitè 4 gr
Burro di Cacao 4 gr
Tocoferolo (Vit. E)  1 gr
Alcol cetilico (emulsionante)  2 gr
Methyl glucose sesquistearate  (emulsionante) 3 gr

Dopo aver pesato tutti gli ingredienti, li ho riscaldati al microonde per pochi minuti (il tempo necessario a far sciogliere gli emulsionanti). Dopodiché ho riscaldato allo stesso modo ma per meno tempo la Fase A (le due fasi devono avere la stessa temperatura, potete misurarla con un termometro da cucina).
A questo punto ho versato a filo la fase B nella fase A mescolando con la frusta elettrica fino ad emulsione avvenuta (quando avviene l’emulsione, la crema diventa bianca).

Fase C
Pantenolo 3 gr
Allantoina 1 gr
Estratto di Fucus 8 gr
Olio essenziale di arancio dolce 15 gtt
Olio essenziale di limone 10 gtt
Olio essenziale di cedro 5 gtt
Conservante (Cosgard di Aroma-Zone) 0,6 gr (20 gtt)
Acido lattico per pH 5,5 (me ne sono bastate 5 gtt).

Una volta aggiunti questi ultimi ingredienti, basta un’ultima mescolatina con un cucchiaino e l’emulsione è pronta; si travasa in un contenitore precedentemente disinfettato e si conserva a temperatura ambiente come una normale crema.
Si utilizza (mattino e sera per almeno tre settimane) massaggiandola su gambe, cosce, glutei, pancia ed è perfetta anche per le braccia a pipistrello; insomma, va usata dove volete che il miracolo avvenga :)

La prima impressione è ottima; la crema si stende bene e permette un massaggio né troppo breve né infinito, non unge, non appiccica e lascia la pelle morbida e levigatissima. Si potrebbe potenziare ulteriormente ma direi che già così le probabilità di successo su cuscinetti e cellulite sono alte.
Se avete domande, commentate :)

Commenti

11 Responses to “Crema snellente agli agrumi fai-da-me”

  • Lo scrive:

    mammamia quanto sei brava…e quanta pazienza… :)

  • Cecilia scrive:

    Ciao! Con queste dosi quanta ne viene più o meno? Per quanto si conserva all’incirca?

    • tascabile scrive:

      Ne vengono 100 gr. Aroma zone dice che con il suo conservante i cosmetici si conservano per 3 mesi, in realtà durano molto di più (almeno un anno, dalle mie prove).

  • Alessia scrive:

    Ciao, anche io mi sto appassionando al mondo dello spignatto e questa ricetta è molto interessante :)Volevo chiederti se per emulsionare vanno bene le fruste o se devo comprare il minipimer…Grazie in aniticipo :)

    • tascabile scrive:

      ciao, io uso le fruste elettriche. con la frusta manuale presumo serva troppo tempo, mentre il minipimer te lo sconsiglio perché la quantità di crema da “frullare” è troppo poca, non si riesce a lavorare con il frullatore ad immersione ed inoltre rimane troppo prodotto “intrappolato” nel minipimer :)

  • Cecilia scrive:

    Ciao! interessantissime le tue ricette!
    Sono alla fase della curiosità: prodotti come Acido lattico,Tocoferolo, Alcol cetilico, Pantenolo e Methyl glucose sesquistearate dove si possono reperire??? Grazie!

  • Sara scrive:

    ciao!volevo chiederti ma questi ingredienti si possono trovare solo sul sito AROMA ZONE oppure anche qui in italia?

  • Barbara scrive:

    Prodotta!…. (con Olivem 1000)
    È venuta soffice e si assorbe subito!
    Una meraviglia per il resto si vedrà…. ne uso anche un pochino per mio mento da pellicano ;-)
    Grazie!senza di te non mi sarei lanciata in questo percorso!

Lascia un commento :)






Questo blog è sopravvissuto al trasferimento da Altervista grazie al preziosissimo aiuto di Andrea Beggi. Grazie :)
0 galline
0 tacchini
0 anatre
0 maiali
0 buoi e vacche
0 pecore
0 conigli
0

Numero di animali morti nel mondo a causa dell'industria della carne, del latte e delle uova, da quando hai aperto questa pagina. Questo contatore non include gli animali marini, perché tali numeri sono inestimabili.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.