sostenibilità, risparmio, autoproduzione, esperimenti di decrescita :)

Crostata e marmellata alle fragole (vegan)

Venerdì Matteo si è presentato a casa con una cassetta da 2 kg di fragole; coincidenza vuole che nella mia dispensa ci fosse una bustina di Konfitura* acquistata diverso tempo fa, rimasta lì in attesa che mi venisse l’ispirazione per provarla in una marmellata e che nella mia testolina ci fosse in programma la realizzazione di una crostata vegan che ho visto su Cucina Naturale. L’occasione fa Tascabile volenterosa, quindi sabato sera mi sono messa ai fornelli e in un’ora ho preparato la torta (portata poi alla mamma in occasione della sua festa, ieri) e la marmellata (che mi accompagnerà per le prossime colazioni). Vi lascio le ricette, così se la vostra metà arriva a casa con una cassetta di fragole, sapete come smaltirle.

torta fragole

Ingredienti per la crostata
200 g di farina semintegrale
100 g di zucchero di canna (metà per la base, metà per la copertura)
100 g di pistacchi tritati finemente
6 cucchiai di olio di girasole
1 cucchiaino di lievito per dolci
poca acqua
600 g di fragole
la scorza di un limone grattugiata (non buttate il limone, serve per la marmellata)
una teglia da 26/28 cm di diametro

Procedimento
Mescolare la farina con metà dello zucchero, il lievito e i pistacchi tritati (tranne due cucchiai da tenere da parte per decorare); aggiungere l’olio e impastare. Aggiungere poca acqua finché si ottiene un impasto che rimanga insieme, dopodiché formare un impasto e lasciarlo riposare coperto per trenta minuti.
Dopo il tempo di riposo, stendere un foglio di carta forno e lavorare con il mattarello la pasta sul foglio; quando si è ottenuto un cerchio abbastanza preciso, si sposta la carta direttamente nella teglia (così non va oliata e soprattutto non si rischia di rompere l’impasto mentre lo si trasferisce). Bucherellare il fondo della pasta con una forchetta e infornare a 180°C per 20 minuti.
Mentre la pasta cuoce, pulire e tagliare a pezzetti le fragole, tenendone da parte sette grandi per la decorazione. Aggiungere la scorza di limone e frullare con il minipimer fino ad ottenere una purea omogenea.
Sciogliere in un pentolino lo zucchero rimasto (50 g) in 200 ml di acqua; scaldare sul fuoco e prima che si arrivi a bollore, aggiungere l’agar agar e scioglierla sul fuoco basso per 3 minuti, mescolando.
Aggiungere lo sciroppo di zucchero alla purea di fragole, mescolare e lasciar raffreddare. Quando la base della torta sarà cotta e fredda, versarci sopra la purea gelificata di fragole e livellarla. Prima di servire, decorare con le fragole tagliate a metà e la granella di pistacchi.

marmellata (copia)Ingredienti per la marmellata
500 g di fragole
100 g di zucchero di canna
una bustina di gelificante Konfitura (16 g)
il succo di un limone
3 vasetti da 150 ml con coperchio

Procedimento
Lavare e tagliare le fragole a pezzi piccoli (passaggio noiosissimo); sistemarle in una pentola e aggiungere la bustina di Konfitura, mescolando con un cucchiaio. Unire lo zucchero e il succo di limone e scaldare con il fuoco al minimo. Cuocere per 3 minuti da quando inizia a bollire, dopodiché togliere dal fuoco e versare immediatamente la marmellata nei vasetti sterilizzati. Chiudere i vasetti e girarli a testa in giù fino al raffreddamento. Prima di toglierla dal fuoco si può frullare leggermente la marmellata con il minipimer, se ci si accorge che i pezzi di frutta sono troppo grandi.

*Il Konfitura l’ho trovato da Naturasì a meno di un euro, è un gelificante vegan che contiene fecola di patate, agar agar e pectina, tutto da agricoltura biologica. Ho deciso di provarlo perché permette di realizzare la marmellata in pochi minuti e oltre a risparmiare tantissimo tempo, credo si preservino maggiormente le qualità della frutta; inoltre serve molto meno zucchero. Se volete procedere nel modo classico, qui trovate la ricetta per realizzare la marmellata senza gelificanti.
Il resto delle fragole, potete usarle per realizzare i ghiaccioli o mangiarle al naturale :)

Previous Topic

Commenti

2 Responses to “Crostata e marmellata alle fragole (vegan)”

Lascia un commento :)






Questo blog è sopravvissuto al trasferimento da Altervista grazie al preziosissimo aiuto di Andrea Beggi. Grazie :)
0 galline
0 tacchini
0 anatre
0 maiali
0 buoi e vacche
0 pecore
0 conigli
0

Numero di animali morti nel mondo a causa dell'industria della carne, del latte e delle uova, da quando hai aperto questa pagina. Questo contatore non include gli animali marini, perché tali numeri sono inestimabili.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.