sostenibilità, risparmio, autoproduzione, esperimenti di decrescita :)

Falafel

1538840_10202912454755218_1123644230_nDopo il vegbab, potevano mancare i falafel? No, non potevano. La ricetta è di Clarissa e, fidatevi, sono i migliori falafel di sempre. Io ho tentato più volte di prepararli e posso dire che: con i ceci in scatola non riescono; senza un ottimo robot da cucina (o in alternativa senza il passaggio con il minipimer) non rimangono insieme e si sfaldano.

Ingredienti

250 g di ceci secchi
una cipolla piccola e due spicchi d’aglio
due cucchiaini di coriandolo in polvere
un cucchiaino di semi di cumino
prezzemolo tritato, sale e pepe
olio per friggere

Mettete i ceci in ammollo in acqua per dodici ore; scolateli, sciacquateli e frullateli nel robot da cucina con gli altri ingredienti (escluso, ovviamente, l’olio per friggere). Trasferite l’impasto in una ciotola, se necessario frullatelo ulteriormente con il minipimer finché non risulterà abbastanza omogeneo e lasciate riposare in frigorifero per trenta minuti/un’ora.
Formate delle palline con l’impasto (se avete l’impressione che si sfaldino, aggiungete poca acqua) e friggetele in olio bollente per pochi minuti su entrambi i lati. Servite caldi con un contorno e, se volete, con la maionese vegetale autoprodotta :)

Buonissimi e saziano pure parecchio.

Lascia un commento :)






Questo blog è sopravvissuto al trasferimento da Altervista grazie al preziosissimo aiuto di Andrea Beggi. Grazie :)
0 galline
0 tacchini
0 anatre
0 maiali
0 buoi e vacche
0 pecore
0 conigli
0

Numero di animali morti nel mondo a causa dell'industria della carne, del latte e delle uova, da quando hai aperto questa pagina. Questo contatore non include gli animali marini, perché tali numeri sono inestimabili.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.