WWOOF, viaggiare (quasi) gratis

woofConoscete wwoof? È un movimento attraverso il quale si può viaggiare (quasi) gratis in Italia e all’estero ospitati all’interno di aziende agricole e fattorie in cambio del proprio lavoro. Avete mai fatto questo tipo di esperienza?
Dato che le vacanze sono sempre più vicine (almeno per qualcuno), riporto di seguito un articolo di Francesco Molan che trovate nel numero di giugno di Vivere Sostenibile (edizione basso Piemonte) e che spiega meglio di cosa si tratta.


WWOOF, in Piemonte oltre 70 fattorie iscritte
di Francesco Molan
Nato dal sogno di una segretaria londinese di passare qualche fine settimana a contatto con la vita rurale, il movimento WWOOF – acronimo di World Wide Opportunities on Organic Farms – si è diffuso in più di 50 paesi del mondo, tra cui l’Italia, dove opera tramite l’Associazione di promozione sociale WWOOF Italia.
Quest’organizzazione mette in contatto le fattorie che praticano agricoltura naturale (aziende agricole o semplici privati, con o senza certificazione), con chi abbia piacere ad offrire il proprio aiuto in cambio di vitto e alloggio, appagando il desiderio di molti (giovani e non) di riavvicinarsi alla campagna, di viverne la quotidianità e di apprendere nozioni agricole; inoltre risponde all’esigenza delle fattorie biologiche di ricevere supporto nei lavori agricoli.
Nella società di oggi, imperniata sull’individualismo urbano, questo movimento rappresenta una piccola rivoluzione di tolleranza, rispetto e condivisione. WWOfing significa anche viaggiare per imparare una nuova lingua, o per trovare, in seguito, una nuova occupazione. Le vie del WWOOF sono infinite! Sperimentando relazioni umane, si va al di là dei consuetudinari rapporti di parentela o amicizia. E poi, il fatto che non vi sia scambio di denaro, non significa che non vi siano regole da rispettare.
In Piemonte vi è un coordinamento molto attivo: oltre 70 le fattorie iscritte nella regione, un numero in continua crescita. A fine Gennaio si è svolta la seconda riunione regionale dell’associazione, tenuta nella splendida cornice della Fattoria Roico, a Montiglio Monferrato (AT). Oltre 80 persone – tra soci ospitanti, soci viaggiatori, simpatizzanti e amici – si sono incontrate per conoscersi, ritrovarsi e condividere il proprio anno di WWOOF. È stata l’occasione anche per conoscere i nuovi progetti finanziati dall’associazione, tra i quali l’offerta di formazione sulla Trazione Animale e la mappatura del primo sentiero WWOOF, tra Morsasco (AL) e Vesima (GE).
Insomma, se hai un orto, un frutteto o un allevamento biologico, oppure vuoi prenderti un po’ di tempo per viaggiare lontano dalla città, tieni in considerazione questa opportunità: farai delle conoscenze curiose, aprirai la mente a nuove culture ed, intorno al tavolo, l’atmosfera sarà più gioiosa ed appagante.

Sul numero di Giugno di Vivere Sostenibile trovate anche i contatti dei coordinatori wwoof Piemonte, nel caso vi interessasse provare l’esperienza in questa regione.

Cos’è Vivere Sostenibile
Vivere sostenibile è un progetto divulgativo nato dall’idea, dalla volontà e dalla passione di un gruppo di persone che sono alla ricerca di un nuovo modello di vita, più consapevole e rispettoso dell’uomo e dell’ambiente che lo circonda. Il progetto editoriale, cartaceo e web, è nato a Bologna alla fine del 2013 e da giugno di quest’anno è stato esteso in Piemonte, nelle province di Alessandria, Asti e Cuneo. Potete ritirare le copie gratuitamente in diversi punti di distribuzione oltre che presso biblioteche, negozi bio, mercati contadini, associazioni culturali e gruppi d’acquisto solidali. Al suo interno trovate numerose sezioni che trattano di alimentazione consapevole​, scelte sostenibili, ​benessere, agricultura, ​turismo sostenibile e animali.

Cliccando qui potete scaricare e leggere il numero di Giugno di Vivere Sostenibile (edizione del Basso Piemonte).