Artiste di natura: TreeSurelle

Questo mese per la rubrica Artiste di natura ti parlo di ben tre artiste: tre sorelle, o meglio, TreeSurelle. Si chiamano Miriam, Valeria e Debora, sono della provincia di Pescara e creano cose bellissime utilizzando semi, legno e altri materiali naturali.

Io le ho conosciute un paio di mesi fa con il loro banchetto in un borgo abruzzese e mi sono letteralmente innamorata delle loro creazioni. Come sai vado in brodo di giuggiole quando vedo la natura protagonista e non semplice sfondo della nostra vita. È il motivo per cui una volta al mese ti parlo di un’artista che crea le proprie opere isprandosi o utilizzando la natura, nonché uno dei motivi per cui ho dato vita al Percorso selvatico, il corso fighissimo sul riconoscimento di piante spontanee.

Tornando alle TreeSurelle, Miriam mi ha raccontato che l’amore per il legno è stato trasmesso loro dal papà falegname; da lui e dalla mamma sarta devono aver ereditato anche i geni della creatività e della manualità.
Negli anni hanno imparato a lavorare il legno in modo professionale e oggi si dedicano alla creazione di gioielli in cui le meraviglie della natura sono in primo piano: un nodo di abete, una venatura particolare, il cappellino di una ghianda o il seme di un frutto diventano protagonisti delle loro opere.

Oggi ti faccio vedere le cose che mi hanno colpita di più e ciò che ho acquistato io: tutto ciò che fanno è stupendo, quindi ho dovuto selezionare moltissimo.

Dato che adoro gli orecchini, iniziamo da questi fatti con ghiande e pietre, che avrei voluto acquistare per potermi sentire sempre in un bosco.

Avrei comprato anche questi, ricavati da sezioni di rametti di alberi. In foto puoi vedere quelli creati a partire da rami di pino, ma ne realizzano con diversi alberi tra cui la quercia.

Le materie prime usate da TreeSurelle provengono principalmente dai boschi e dalle potature stagionali. I legni utilizzati quindi sono solo quelli presenti sul territorio nazionale, fatta eccezione per alcuni legni esotici come il palissandro, scarti di produzione o rimanenze di magazzino della falegnameria del papà.

TreeSurelle evitano di usare legni non nazionali per non alimentare il traffico di alberi protetti e perché preferiscono utilizzare ciò che “avanza” dell’albero in un’ottica di rispetto della natura ed ecosostenibilità del loro prodotto.

Oltre alle ghiande e ai rametti in sezione, sono rimasta molto affascinata anche dai piccolissimi orecchini a forma di coccinella, muso di volpe e gufo. Li creano intagliando i semi di alloro. Non so se ti rendi conto della pazienza necessaria a fare un lavoro del genere (pazienza ampiamente ricompensata dal risultato, direi).

In foto puoi vedere un riassunto dei passaggi che trasformano un seme di alloro in un muso di gufo (o di una civetta, forse).

Infine arriviamo al pezzo top, quello che ho scelto per me e che farà perdere definitivamente la testa anche a te. Sono sicura che anche tu lo comprerai entro mezz’ora perché è un oggetto stupendo, è utile e perché quando lo indosso mi riempiono di domande, tra cui la più gettonata è “dove si compra?”.

 

Hai già capito cos’è? Questo oggetto fighissimo è un porta essenze: puoi riempirlo con fiori secchi e oli essenziali per diffondere un ottimo profumo ma anche per una rapida aromaterapia a portata di mano (e di naso).

Il mio l’ho riempito con fiori essiccati di lavanda e qualche goccia di olio essenziale di lavanda e limone e lo indosso quando ho bisogno di rilassarmi rimanendo concentrata. Il porta essenze con questa miscela potrebbe esserti molto utile se soffri di ansia durante gli esami o quando devi parlare in pubblico, ad esempio.

Secondo me ora vuoi sapere dove puoi acquistarlo, quindi ti lascio curiosare la pagina Facebook di TreeSurelle e il loro profilo Instagram.

Se vuoi conoscere le TreeSurelle nella realtà vera, seguile sui loro canali social per sapere le date dei prossimi mercatini: saranno ad esempio presenti con le loro bellissime creazioni a Santo Stefano in Sessanio, borgo in provincia de L’Aquila e potrai trovarle lì fino alla fine di agosto.

La rubrica Artiste di natura invece ad agosto va in vacanza, ma torna a settembre.

1 commento

  1. L’intera famiglia son tutti artisti, specialmente nel legno. A conoscenza da molti anni, ne so che cosa sanno creare di fantastico. Le tre surelle han mani d,orate, dal nulla, da una corteccia san creare l’impossibile. AUGURI

I commenti sono chiusi