sostenibilità, risparmio, autoproduzione, esperimenti di decrescita :)

Chi sono – Cos’è

Chi sono?
Tatiana, tascabile per la rete per via della mia altezza. Ho 36 anni, studio Scienze e Tecnologie erboristiche e, oltre a curare questo blog, scrivo per Cure Naturali e per Viversano.
Ho pubblicato per L’Età dell’Acquario: Saponi e cosmetici fai da te (2014), La salvia tuttofare (2015) e La cipolla tuttofare (2016).
Sono (quasi) vegana, cerco di comprare prodotti biologici e a chilometro zero, evito gli sprechi, preferisco il baratto all’acquisto, cerco di coltivare l’orto sul terrazzo.
Da un po’ di tempo mi diverto a fare esperimenti con i detersivi e i cosmetici fai da me e da qualche anno organizzo corsi per insegnare a produrre da sé cosmetici, saponi e detersivi naturali e ecologici.

Cos’è?
Questo blog nasce come Spazio delle idee nel novembre del 2009 e si trasforma nelle (eco) idee tascabili all’inizio del 2011.  Qui racconto le mie esperienze e gli sforzi che compio per vivere una vita più sostenibile e a impatto quasi zero, condivido le mie ricette vegetariane e vegane, segnalo eventi o iniziative green, dispenso umilmente consigli per risparmiare e rispettare l’ambiente nella vita di tutti i giorni. Lo scopo è quello di dimostrare come in modo semplice si possa modificare la propria vita e di coinvolgere sempre più persone a fare altrettanto.
Ci hanno scritto (e forse scriveranno ancora) anche Kika e ZioBurp.

Le 12 eco fatiche
Dal 1° maggio 2011 questo blog è stato anche lo spazio dove ho raccontato le mie dodici eco fatiche, un progetto terminato a maggio 2012,  durante il quale ho rinunciato a una cosa al mese per dodici mesi, per riflettere sulla reale necessità delle nostre comodità.

Hanno parlato di me:
Giornale del cibo – Orto e mangiato: Un orto sul balcone!
La rete dei cittadini – Senza frigorifero, si può?
Minimo – Storie di downshifting – Tatiana
Claudia Selvetti su Vanity Blog –Amici veri e verdi
A voi comunicare – 10 ecoblog: rispettare l’ambiente divertendosi
OVS kids –
Downshifting in rete
Maggie su Maggie’s Blog – Le spignattatrici e la cosmesi naturale
Intervista su la Stampa
Intervista a Caffè con Radio Capital
Intervista su Ecoradio
Intervista su Radio Città Fujiko
Intervista su Cure Naturali

Interventi a Radio LatteMiele (Piazza Grande Vivere meglio):
Rimedi naturali contro le macchie scure della pelle
Crema anticellulite fai da te
Vinoterapia
Aloe vera per la pelle
Burro di Karité per la pelle
Oli essenziali
Scrub
Smagliature
Burrocacao fai da te
Deodorante fai da te
Balsamo contro il raffreddore
Olio da massaggio contro i geloni

Se vuoi sapere dove terrò il prossimo workshop di cosmesi naturale, clicca qui. Se vuoi, puoi scrivermi all’indirizzo info@ideetascabili.it

Commenti

20 Responses to “Chi sono – Cos’è”

  • Elena Cobez scrive:

    Ciao! trovo tanti punti in comune con quanto dici…mi piacerebbe scrivere qualche articolo e collaborare col tuo sito. dai un’occhiata al mio, così vedi di cosa mi occupo…insegno massaggio ayurvedico, aromaterapia e floriterapia. Sono 15 anni che queste discipline fanno parte della mia vita 24 ore al giorno! e condivido la tua scelta vegetariana. a presto

  • Marta scrive:

    Complimenti per il blog, molto interessante per gli argomenti e per il modo di trattarli, anche lo stile spigliato e un pò ironico mi piace molto!
    Condivido anch’io questi principi di decrescita , stile di vita sostenibile e sopratutto rispetto e compassione per gli animali.
    Sono vegetariana da gennaio e mi sento molto meglio, sopratutto con la mia coscienza!
    Ho guardato la sezione libri, trovo che non può mancare Marinella Correggia con il suo “La rivoluzione dei dettagli” per me è la mia guida, poi anche “Il cuoco leggero” un manualetto che costa 3 euro ma ti apre alla possibilità di una cucina sostenibile per tutti!

    Buon lavoro!

    iO HO SPENTO IL CONGELATORE DA 6 MESI

    • tascabile scrive:

      grande Marta, io ho spento il frigorifero (e di conseguenza il congelatore) da soli 17 giorni e mi trovo benissimo per il momento :)
      sono andata a cercare i libri; il primo ce l’hanno in biblioteca, domani vado; l’altro no, cercherò su zerorelativo (se non ce l’ha nessuno, tocca comprarlo, ma ho visto che è di altreconomia, quindi su carta riciclata, si può fare!).
      grazie per i complimenti e per le segnalazioni :)

      • Marta scrive:

        Mi fa molto piacere che mi hai letto e che mi hai risposto!
        Della stessa autrice c’è “Il balcone dell’indipendenza” interessantissimo e da mettere in pratica facilmente.
        Ho anche suggerimanti riguardo il riciclo: da t-shirt a borsa per la spesa, per fare una borsa della spesa va benissimo anche la stoffa dei un ombrello rotto.
        Se dipingi un contenitore del detersio liquido (quelli da 3 lt) di nero e lo tieni al sole in terrazzo avrai acqua calda gratis per lavare i piatti per tutta l’estate! Hai mai visto i forni solari? Cercali su internet trovi anche come costruirli.
        Ciao

        • tascabile scrive:

          :) cercherò anche quello.
          per il riciclo, io pensavo di fare delle borsine da canottiere che non mi stanno più (penso che le farò durante il corso di trasformazione abiti usati che sto seguendo).
          per il contenitore del detersivo, temo di non averne più (al momento sto usando le noci per lavare); comunque d’estate lavo con acqua freddissima, altrimenti collasso!!!
          il forno solare l’ho visto su internet e alla vegan fest ma sul mio balconcino di 1 metro per 3 (scarsi) non c’è proprio posto :)
          ciao, a presto

  • mariagrazia scrive:

    ciao Tatiana ho scoperto il tuo blog in un articolo su NAtural Style, l’ho letto con interesse e debbo dire che 6 grande ed è un gran piacere averti conosciuto. Hai ideee strabilianti, pratiche e soprattutto bio ed eco cosi come vorrei impostare la mia vita futura (ho 43 anni) due figli adolescenti, un marito, un criceto, due cocorite e prossimamente dei pesci. Continua cosi-Mariagrazia

  • katia scrive:

    condivido appieno:)
    katia
    barter il.cerchiomagico

  • alessia scrive:

    Ciao Tatiana! è ufficiale, da oggi hai una nuova fan! Ti ho trovata sul numero di gennaio di terra nuova e mentre ti leggevo mi accorgevo di quante cose abbiamo in comune, tanto che mi son chiesta se non fosse uno scherzo!
    sono alessia, 31 anni, convivo a Venezia col mio compagno, tre canine e una gatta, siamo entrambi animalisti e vegetariani sulla metà strada per diventare vegani!Da qualche mese ho fatto un ulteriore passo avanti iniziando a usare solo prodotti e cosmetici ecobio e dilettandomi nell’arte dello “spignatto”.Anche io per i primi periodi ho avuto qualche problema a domare la mia chioma che si ribellava alla mancanza di siliconi e schifezze varie ma dopo un mese di coda e mollettone, grazie anche all’henne rosso con cui camuffo i primi “ahimè” capelli bianchi, ora ho i capelli più lucidi, più folti e più belli di prima!!
    ho addirittura eliminato il problema crespo che mi ha sempre fatto impazzire!
    Anche io come te sono nata occhiaia-dotata, le foto all’asilo con cerchi blu intorno agli occhi lo testimoniano :-/
    Bhè che dirti, complimentissimi per il blog e da oggi ho iniziato un digiuno di shopping, dal 25/01 al 25/02, ho messo la carta di credito in cassetto e vedremo come andrà, ti terrò aggiornata!
    un bacio

  • ZiaTati scrive:

    Ciao!!!
    Sono Tatiana, ho 32 anni, convivo con il mio compagno e…purtroppo per me, non sono tascabile! ;-)
    Ho un piccolo orto, uso prodotti eco per la casa e la cura della persona, adoro cucinare e preparare conserve, con gli amici del mio gruppo di acquisto stiamo portando avanti un progetto di baratto…da circa un mese mi sto disintossicando dagli oggetti, impegnandomi a comprare solo cibo!
    Sui libri concordo con Marta, “la rivoluzione dei dettagli” è una vera guida, ha cambiato molte cose della mia vita!
    Bellissimo sito, l’ho subito messo tra i preferiti, complimenti!!!

  • Elisa scrive:

    Ciao Tatiana, che bello il tuo blog, sono vegetariana anch’io da circa un anno(per altro sono intollerante al lattosio), e ho conosciuto il tuo blog tramite il tuo calendario 2013…in realtà l’ho un pò cambiato così io e la mia bimba ci divertiamo a colorarlo e personalizzarlo…cmq complimenti…credo farò spesso visita al tuo blog! =)

  • kristina scrive:

    tatiana sei una grande!
    io ho trovato il tuo sito da poco ma lo guardo spesso , la filosofia di vita “natura è vita” è il mio motto ,io vivo per il divertirsi sano e sostenibile ad impatto spese pari a zero ed odio le persone che pensano che spendendo di più si goda meno! ho da sempre portasto avanti questo progettoi dal punto di vista turistico enogastronomico , ho girato tutta italia conoscendo persone e luoghi incantevoli e spendendo pochissimo ! molti non ci credono! abbiamo molti punti in comune se vuoi teniamoci in contatto…
    ti saluto….e ti saluta anche il mio cagnolone Mario

  • Francesca scrive:

    Ciao Tatiana,
    molto interessante il tuo blog, veramente…io sono vegetariana da più di vent’anni e gli ultimi tre ho fatto il grande passo e sono diventata vegana, non é difficile!
    Ecco…io sto cercando disperatamente un libro di cosmesi fai da te con le ricette vegane ma sembra che non esista, dunque voglio chiederti: nel tuo libro “saponi e cosmetici fai da te” ci sono solo ricette senza ingredienti animali? tipo yogurt, cera d’api, ecc. come mi sembra di capire o no? Grazie in anticipo per la risposta. Saluti!

    • tascabile scrive:

      Ciao, scusa il ritardo ma causa trasloco sono rimasta senza internet per quasi due mesi!
      Nel mio libro le ricette sono vegan al 99,9% (nella ricetta di un dentifricio c’è la propoli, per il resto niente miele, cera d’api, yogurt eccetera).
      Grazie per i complimenti :)

  • gianna pellecchia scrive:

    Salve,

    mi chiamo Gianna e lavoro per http://www.biosolex.com un negozio on line di Giocattoli Ecologici per Bambini e Neonati.

    Noi siamo sempre alla ricerca di blog interessanti, mi ha colpito molto il vostro, mi piacerebbe, se fosse possibile, poter collaborare e far conoscere la nostra attività attraverso il vostro blog.

    Noi abbiamo dei prodotti molto particolari, come i giochi in legno della Hape Toys, uno dei maggiori produttori mondiali di giocattoli in materiali sostenibili, al tempo stesso creativi ed eco-compatibili.
    http://www.biosolex.com/hape/

    Resto in attesa di un suo riscontro.

    Cordiali saluti,
    Gianna Pellecchia.

  • Bruno scrive:

    Buonasera Tatiana,
    ho provato a fare il pane di quinoa con la sua ricetta.
    Lei lo ha mai fatto?
    La farina di quinoa è di suo molto collosa appena si bagna, impossibile fare un impasto non colloso, mi è rimasto attaccato alle mani(faticato un po per recuperare quelo che avevo sulle mani).
    Poi la cottura di 30 minuti è esageratamente poco, il mio pane è in cottura a 180° da circa h 1 1/2 perchè deve asciugarsi bene dentro altrimenti internamente è ancora bagnato.
    Cordiali saluti.

    Bruno

    • tascabile scrive:

      Buonasera, forse ha messo troppa acqua? Io ne metto sempre poca per volta e spesso la dose varia (credo dipenda dal tipo di farina, dall’umidità dell’aria eccetera). Per staccare l’impasto dalle mani si aggiunge farina, eventualmente anche di altro tipo (di grano se non si è intolleranti, o di grano saraceno, riso). Oppure per impasti più collosi di quelli fatti con farina di frumento, come questo, si può lavorare in una ciotola con la spatola, senza usare le mani, e versare l’impasto direttamente nella teglia, come si fa per le torte. I tempi di cottura invece credo cambino a seconda del tipo di forno, il mio cuoce molto in fretta (1 ora e mezza mi sembra comunque molto, anche con altri forni non credo di aver mai superato i 50-60 minuti). Lei sta cercando una ricetta per fare il pane senza glutine? Perché potrebbe provare il mix farina di riso + farina di grano saraceno che sembra dare risultati buoni in termini di consistenza; eventualmente può aggiungere anche una parte di farina di quinoa.

Lascia un commento :)






Questo blog è sopravvissuto al trasferimento da Altervista grazie al preziosissimo aiuto di Andrea Beggi. Grazie :)
0 galline
0 tacchini
0 anatre
0 maiali
0 buoi e vacche
0 pecore
0 conigli
0

Numero di animali morti nel mondo a causa dell'industria della carne, del latte e delle uova, da quando hai aperto questa pagina. Questo contatore non include gli animali marini, perché tali numeri sono inestimabili.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.