Sono a corto di idee e di tempo ma ho letto questo post e poi quest’altro post e mi è venuta voglia di fare questo “gioco”, che sembra banale, e invece (!). Ci provo anch’io, che non avrei mai pensato di:

Fare da me il pane, la pizza, le torte, i biscotti e addirittura gli gnocchi
Aggiornare un blog con costanza (per oltre un anno, incredibile)
Autoprodurre i miei cosmetici (shampoo compreso) e il sapone
Insegnare agli altri ad autoprodurre cosmetici e saponi
Scoprire che può esistere un lavoro che mi piace (ma anche: essere pagata per fare quello che mi piace)
Partecipare a Fa’ la cosa giusta non da visitatrice ma da ospite
Trasferirmi in trenta metri quadrati
Raccogliere il tarassaco nei campi e mangiarlo
Prendere in considerazione l’idea di diventare vegana
Pensare anche solo lontanamente di smettere di fumare
Usare la coppetta mestruale e gli assorbenti lavabili
Spegnere il frigorifero
Adottare un cane
Passeggiare per un’ora al giorno, ogni giorno (merito del cane)
Fare un orlo ai pantaloni
Smettere di acquistare in modo compulsivo qualsiasi cosa
Far sopravvivere una pianta
Liberarmi di oggetti che mi accompagnavano (inutilmente) da anni
Avere come priorità il mio benessere psicofisico e mettere in secondo piano l’aspetto economico
Dimenticare di guardare il cellulare
Tagliarmi i capelli da sola
Sentirmi serena

Ci sarebbe un ulteriore punto, che forse potrò dirvi fra un po’ di tempo e ci sarebbero altri punti che tra qualche mese mi piacerebbe inserire in questa lista di cose che non credevo possibili, e invece.