La scorsa primavera ero nel pieno del trasloco, vivevo il “dramma” della riduzione del mio spazio e il pensiero dell’orto sul balcone non mi ha proprio sfiorata. Quest’anno ci riprovo, ma non disponendo più dello spazio necessario per allestire un orto sul balcone, sto tentando nuove frontiere della coltivazione: l’orto sul davanzale.
Chiaramente si fa quel che si può, quindi abbiamo: un basilico più morto che vivo, una florida melissa, un prezzemolo ambizioso, un rosmarino slanciato, una salvia avvenente, un’erba cipollina niente male e un’erba gatta rassegnata al suo triste destino (i miei gatti non la lasceranno sopravvivere per più di una settimana).
Purtroppo già a giugno sarà tutto bruciato, perché qui batte impietosamente il sole da mattina a sera, ma godiamoci questa bella primavera senza pensare al domani.
Maledetta me che non ho colto l’occasione di far domanda per gli orti urbani (me ne pentirò a lungo, lo so), perché mettere le mani nella terra è una delle cose che più mi rilassa, forse l’unica.

Le piantine sul mio balcone crescono ad una velocità impressionante, almeno alcune. Oggi ho piantato gli ultimi semini bio, quelli di aneto. Nel frattempo cerfoglio e coriandolo hanno riempito i vasetti di foglioline verdi; il timo un po’ meno, ma ce la sta mettendo tutta. Ho scoperto che con queste quattro erbe aromatiche, si può fare una tisana digestiva, che proverò di sicuro.

Le fragole iniziano a dare dei mini fruttini, fragoline in miniatura che mi auguro riescano a diventare fragolone. L’aglio ha sviluppato dei lunghissimi germogli; quando saranno appassiti potrò togliere i bulbi dalla terra e vedere il risultato. Il basilico sta soffrendo un po’, ma resiste e volge le foglioline al sole, combattivo. Pomodori e lattuga stanno dando il meglio. Qui cominciano i miei dubbi e urgono consigli. Eccovi le mie domande, non ridete:

1. La lattuga sta facendo foglie a go go; sarà mica ora di mangiarla? Se taglio le foglie, ricrescono o muore?
2. I pomodori, se fanno frutti, faranno anche fiori, no? E se sì, quando? Qui non si vede spuntare nulla, devo inziare a preoccuparmi?
3. Il peperoncino è pieno di fiorellini bianchi, ma quando questi appassiscono, non sembrano avere intenzione di dare frutti. Cosa sbaglio? Al momento lo sto tenendo in casa, sul davanzale, poiché le istruzioni consigliano di collocarlo fuori in piea estate.
4. L’habanero chocolate, un’altra specie di peperoncino più piccante rispetto a quello classico, non ha ancora fatto nemmeno un fiorellino. È troppo presto?

Le domande sono in ordine di disperazione, da quella che mi preoccupa di più a quella che mi preoccupa meno. Se qualche esperto/a di orti passasse di qui e volesse illuminarmi con la sua esperienza, gliene sarei grata.

Settimana prossima forse sarà la volta delle zucchine, che sto cercando da tempo ma a quanto pare è sempre ancora troppo presto. Qui sotto qualche immagine del mio piccolo orto sul balcone, con tanto di nome della piantina per i meno esperti.

PS: sapevate che con la salvia si può fare una tisana utile contro l’abbondante sudorazione? Basta prendere qualche foglia e lasciarla in infusione per una decina di minuti.

PS2: non c’entra nulla ma vorrei ringraziare TuttoGreen, che ha parlato di me, di Matteo e di Effecinque :)