sostenibilità, risparmio, autoproduzione, esperimenti di decrescita :)

Cosmetici golosi

Durante il corso “delizie per la pelle“, ho imparato queste tre ricettine per produrre da me un panetto detergente, un burro per le labbra e una crema corpo a base di cioccolato; ecco le ricette.

Panetto detergente
50 gr di farina d’avena
40 gr di cacao amaro in polvere
250 gr di uvetta

Si trita l’uvetta in un robot da cucina e poi in una ciotola si aggiungono cacao e farina fino ad ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso. Si forma una palla da conservare in frigorifero (meglio se avvolto nella pellicola o chiuso in un contenitore) e da utilizzare entro un mese per la detersione delle mani.

Balsamo labbra
Burro di karitè e olio di albicocca (o un qualsiasi altro olio commestibile) in rapporto 1:1
una punta di miele
un cucchiaino di cacao amaro

Bisogna sciogliere a bagnomaria il burro di karitè, al quale vanno poi aggiunti l’olio (che deve essere alla stessa temperatura del burro), il miele e il cacao. Si può versare in un barattolino, oppure in un vecchio stick per il rossetto. Si mescola fino a farlo raffreddare e infine si può aggiungere una goccia di olio essenziale, ad esempio sono molto adatti quello d’arancio dolce o di cannella. Si conserva per 5 mesi.

Crema per il corpo
Due cucchiai di olio
un cucchiaio di cera d’api (o due cucchiai di burro di karitè)
un cucchiaio di cacao amaro

Preparare una parte d’olio composto per l’80% da olio di cocco e per il 20% da olio di avocado e scaldare a bagnomaria. In gravidanza e durante l’allattamento, preferire l’olio di germe di grano al posto di questa miscela, in quanto olio commestibile e non profumato.
Sciogliere la cera d’api o il burro di karitè a bagnomaria. Versare in un vasetto l’olio, la cera d’api (o il burro di karitè) e un cucchiaio di cacao e mescolare finché il composto si sarà addensato. Si conserva per 4 o 5 mesi in frigorifero, lascia un buonissimo profumo sulla pelle e la colora leggermente.

Previous Topic

Commenti

One Response to “Cosmetici golosi”

Lascia un commento :)






Questo blog è sopravvissuto al trasferimento da Altervista grazie al preziosissimo aiuto di Andrea Beggi. Grazie :)
0 galline
0 tacchini
0 anatre
0 maiali
0 buoi e vacche
0 pecore
0 conigli
0

Numero di animali morti nel mondo a causa dell'industria della carne, del latte e delle uova, da quando hai aperto questa pagina. Questo contatore non include gli animali marini, perché tali numeri sono inestimabili.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.